Come evitare i carboidrati in eccesso?

Ci sono persone che, se si fidano di te, finiscono per spiegare che si sentono come tossicodipendenti per quanto riguarda i carboidrati. Che è una costrizione che li fa mangiare senza alcun controllo per tutto il giorno. Pane, torte, bevande analcoliche, frutta, riso, snack, patatine e tutta una serie di carboidrati.

Non è che non hanno volontà?
Nella maggior parte dei casi la persona afferma che non può resistere. Sa che mangia in modo disorganizzato, senza criteri e che sta facendo fatali per la salute, per il peso, ecc. Poiché, inoltre, non può farne a meno, la sua autostima diminuisce. Si sente in colpa, questo lo rende più ansioso e l’ansia lo fa mangiare di più. E ‘ il pesce che si morde la coda.

Cause della dipendenza da carboidrati
La causa principale è uno squilibrio ormonale. Nella maggior parte dei casi inizia come risultato di un attacco di ansia. Il cervello inizia a” divorare ” il glucosio a marce forzate, abbassa rapidamente il glucosio e ci lancia l’ordine di mangiare un idrato per sostituire quella mancanza.

Abbiamo avuto un po ‘ di caramelle e ci siamo sentiti meglio. Se la ragione della nostra ansia non scompare, la domanda di carboidrati viene ripetuta. Il problema è che ogni volta che prendiamo un dolce, uno spuntino (snack come patatine, patatine, ecc.) o una soda zuccherina otteniamo un sacco di glucosio.

Poi il cervello dice: “Ora ho troppo glucosio”… e l’insulina inizia. Ora il nostro glucosio scende, il nostro cervello chiede di nuovo, mangiamo caramelle, la nostra insulina scende… e passiamo la giornata senza fermarci a mangiare.

Che fine ha fatto?
L’eccesso di carboidrati e gli alti e bassi di glucosio finiscono per sbilanciare i nostri livelli di insulina e serotonina. Ogni volta che abbiamo bisogno di mangiare più carboidrati per notare un alto di glucosio e con esso di energia e umore.

La solita conseguenza è che passiamo la giornata con una sensazione di insoddisfazione, fame e senso di colpa per non essere in grado di controllarci.

Ovviamente, finiamo per ingrassare, non andare in bagno, avere sempre più attacchi di ansia e “produrre” il colesterolo da un cattivo metabolismo dei carboidrati (e dei grassi che trasportano i dolci).

Come possiamo evitare i carboidrati in eccesso?
Se decidiamo di evitare l’eccesso di carboidrati nella nostra dieta questi suggerimenti possono essere molto utili:

Ridurre la caffeina: evitare caffè, tè, mate e cola. Vedrai il tuo livello di ansia cadere in pochi giorni.
Rimuovere lo zucchero bianco e miele: questo ci aiuterà a eitar carboidrati in eccesso. Prova altri dolcificanti come melassa, agave e Stevia. In generale, meno dolcificanti meglio è.
Aumenta le proteine nella tua dieta (pesce, uova, formaggio, carne bianca, germogli di soia, legumi,tofu, seitan o glutine, Quorn, tempeh, ecc.). Invece la quantità di riso, patate, pasta, frutta, pane diminuisce. Ad esempio, se vuoi mangiare la pasta, metti solo mezzo piatto di pasta e, invece, metti più proteine e verdure. Ti sentirai più sazio e non farai quegli alti e bassi.
Aumenta la fibra: la sua funzione non è solo quella di aiutarci ad andare in bagno, ma ci aiuta anche ad assorbire glucosio e grassi più lentamente. L’aggiunta di crusca d’avena o semi di lino macinati sul cibo (un cucchiaio) due volte al giorno ti renderà necessario mangiare di meno. Cereali che sono cereali integrali in quanto sono più sazianti di bianchi o raffinati. Anche le verdure possono aiutarci. Come spuntino la frutta è una buona alternativa ai biscotti e alle bevande analcoliche. Questi suggerimenti sono ideali per evitare l’eccesso di carboidrati.
Bere più acqua: quando il corpo è stressato ha bisogno di più fluido. A volte, possiamo confondere la sete con la fame. Bere da 2 a 3 litri di acqua al giorno.
Mangiare poco a poco e masticare bene il cibo: se non rispettiamo queste linee guida non abbiamo mai la sensazione di sazietà poiché la digestione inizia in bocca grazie ad un enzima chiamato Pthyaline. Alcuni specialisti dicono che il cervello impiega 15 minuti per ricevere l’ordine di sazietà, dallo stomaco. Se mangiamo in 4-5 minuti, siamo rimasti affamati.
Fitoterapia e integratori
Prendere un infuso di Stevia e Passiflora può essere di grande aiuto per evitare l’eccesso di carboidrati. Da un lato la Stevia regola i livelli di glucosio e, d’altra parte, la passiflora calma l’ansia. Possiamo prenderlo due volte al giorno. Ideale a metà mattina e metà pomeriggio.
Il cromo picolinato è un nutriente che regola anche il glucosio. Un tablet prima di pranzo e cena di solito funziona molto bene.
Consulta questi suggerimenti con il tuo specialista.

Altri suggerimenti per evitare l’eccesso di carboidrati
Trova la vera causa della tua ansia. Può essere per una ragione emotiva, lavoro o qualsiasi problema che ti riguarda. Riflettere sul problema e cercare di trovare la soluzione giusta. Se necessario, chiedere aiuto a uno psicologo o terapeuta. Ti daranno gli strumenti per trovare il giusto approccio all’argomento.
Pratica l’esercizio fisico (inizialmente moderato). Aiuta a ridurre lo stress e l’ansia. Regola i livelli di insulina e il corpo non avrà bisogno di cibo con urgenza.
Cerca la felicità in cose diverse dal cibo. Recupera i tuoi hobby e tutte quelle attività che ti hanno dato soddisfazione. Leggi di nuovo, esci con gli amici, fai una passeggiata, ecc.

Lascia un commento