Relazione tra obesità e autostima

L’autostima può essere definita come amore di sé, auto-positivo, auto-accettazione, rispetto di sé, cura di sé che portano a conoscere e accettare capacità e limiti; ha a che fare con l’essere e sentirsi preziosi per il semplice fatto che esistono e non hanno a che fare con ciò che hai o ciò che puoi dare, è una questione di valutazione interna che ogni persona fa di se stesso.

È un sentimento che si manifesta in modi diversi sia nel rapporto con se stessi, sia con gli altri e con il mondo. L’autostima si riflette nel comportamento, è l’atteggiamento positivo verso se stessi, l’auto-percezione e la posizione nel mondo. È la sensazione di avere il diritto di vivere bene e di essere parte del mondo che è abitato.

Cos’è l’obesità?
“Accumulo anormale o eccessivo di grasso che può essere dannoso per la salute.”ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ
“La salute è uno stato di benessere fisico, mentale e sociale che porta alla realizzazione.”L’obesità è una malattia e la malattia è la mancanza di salute.”Quindi una persona con obesità è una persona che soffre di una malattia

Esiste una relazione tra obesità e autostima?
A volte per ragioni esterne una persona dimentica di cercare e prendersi cura di se stessi correttamente. È comune oggi che il lavoro e le richieste sociali sono molto alte e consumano gran parte del tempo e dell’energia disponibili, e il frenetico giorno per giorno spesso impedisce di mangiare e di esercitare correttamente, insieme a stress e ansia favoriscono l’accumulo di grasso nel corpo.

Il rapporto tra obesità e autostima ha a che fare con il rapporto con se stessi, poiché entrambi influenzano la salute fisica ed emotiva, avendo che uno colpisce l’altro in diversi gradi a seconda della storia e del contesto di ogni persona.

L’obesità diminuisce l’autostima?
È molto importante identificare l’origine dell’obesità e i guadagni secondari che sono fatti da questa condizione poiché non per tutte le persone l’obesità ha lo stesso significato, ci sono ruoli familiari e percezioni diverse, ogni situazione e ogni caso è unico e particolare. Poiché ci sono culture in cui l’obesità è un simbolo di abbondanza e prosperità, ma in altre è considerata una malattia e un’epidemia perché causa difficoltà fisiche, economiche ed emotive.

L’autostima sarà influenzata dall’obesità in diversi gradi a seconda dell’età della persona in quanto non influisce ugualmente su un adulto, un adolescente o un bambino, a volte bambini e adolescenti che soffrono di molestie da parte dei loro coetanei e la loro autostima è seriamente danneggiata, causando perdita di prestazioni e coinvolgimento nelle loro relazioni sociali.

Relazione con se stessi
L’autostima è fragile e può essere influenzata quando si soffre di obesità, anche se l’autostima è bassa influenzerà il modo di prendersi cura di se stessi, portando a trascurare, abbandono e mancanza di consapevolezza che il corpo è un tesoro, e richiede una serie di cure per rimanere in buona salute e in forma.

Una sana autostima ti permette di sentirti bene e cercare il meglio, porta anche a mantenere buone relazioni e rispondere positivamente e assertivamente alle sfide e alle opportunità. Maggiore è l’autostima, migliori sono le relazioni, più felicità, più pienezza e meno vuoto. Inoltre, il mondo è percepito realisticamente e vissuto con congruenza.

La relazione più importante dell’essere umano è con se stesso ed è influenzata da fattori esterni come le richieste e le richieste di standard e stereotipi imposti da una società, nonché da fattori interni come la salute emotiva. A volte queste richieste generano così tanto stress e ansia che si arriva a dimenticare la cura di sé e cadere in comportamenti dannosi come l’eccesso di cibo e smettere di esercitare, causando sovrappeso e obesità in seguito.

Consiglio
La consapevolezza di avere l’obesità è la prima parte di cui prendersi cura e occuparsi della salute fisica ed emotiva, quindi sarà necessario attuare un piano alimentare, attività fisica e psicoterapia, progettato da un medico specializzato in obesità, basato sull’origine dell’obesità e sullo stile di vita del paziente.

L’obesità ha una soluzione e puoi essere parte attiva della tua guarigione lasciando da parte passività, reattività ed evasione a un problema che in futuro ti interesserà sia economicamente, fisicamente, socialmente, emotivamente e anche sul lavoro. È molto importante consultare specialisti del settore come psicoterapeuta, nutrizionista e medico. Tu sei la tua priorità, il tuo corpo è la cosa più preziosa e importante che hai, quindi: mantenerlo sano.

Lascia un commento