Caratteristiche e vantaggi dei profumi naturali

Quando il 5 maggio 1921 simpar Coco Chanel presentò il suo profumo numero 5 alla sua selezionata clientela parigina, stava gettando le basi per la prima fragranza sintetica della storia.

Questo campione di moda e comfort non solo ha bandito i vestiti stretti, ha inventato la borsa a tracolla e ha reso l’abbronzatura elegante, è stata anche una rivoluzionaria nel campo degli aromi.

Fino a quel momento, tutti i profumi che sono stati fatti e fabbricati nel mondo erano entresacidos naturali di madre natura (fiori, piante, alberi e grasso animale)
Da quella data la stragrande maggioranza degli stilisti parigini (e in seguito da altre parti del mondo) e dei profumieri più famosi iniziarono a usare profumi sintetici in modo comune.

Caratteristiche e vantaggi dei profumi naturali
I profumi naturali, fino ad oggi, sono caratterizzati piuttosto da ciò che non hanno che da ciò che hanno. Se in passato, sono stati fatti mescolando grasso animale (balena, in particolare) con oli essenziali con il metodo di distillazione, i generali contemporanei portano tutti i tipi di componenti chimici, derivati del petrolio o sintetici. Quindi affinché un profumo sia naturale devi prendere in considerazione quanto segue:

Di solito sono realizzati con prodotti biologici con certificazione Ecocert o Cosmebio.
Uno dei grandi vantaggi dei profumi naturali è che non sono testati sugli animali.
Non utilizzare nella sua produzione tossici, chimici, sintetici e suscettibili alle reazioni allergiche è un altro vantaggio dei profumi naturali.
Non usano la nomenclatura Parfum, che si riferisce a un elaborato. I contenitori hanno nomi latini con le essenze che lo compongono: Rosa eglanteriafor la rosa, Lavandula per lavanda, Hyacinthus per giacinto…
Di solito sono emulsionati con alcol di origine vegetale, in particolare uva.
Non trasportano parabeni, derivati del petrolio o vaselines.
Di solito sono fatti e fatti con oli essenziali di piante profumate (lavanda, rosmarino, cedro…), fiori e sostanze naturali note per la loro capacità olfattiva (incenso, mirra, ambra…)
Anche se potrebbero non sembrare, sono più sofisticati, eleganti e glamour degli spot pubblicitari.
Durano sulla pelle meno dei sintetici.
Non causano allergie e sono tremendamente evocativi.
Famiglie olfattive
Sono una classificazione convenzionale che risale, con le sue sfumature, alla Francia del XVIII secolo, quando i maestri profumieri divennero eterei artigiani di quest’arte. Molto approssimativamente sono classificati in:

Aromatico, con una vasta gamma che va dalla multiforme lavanda al difficile timo o alloro. Di solito viene utilizzato nelle acque di colonia e anche per scopi rilassanti, lenitivi e persino curativi.
Agrumi, con un punto naturale, casual, estivo e allegro. Questa linea è adatta a tutta la famiglia, in quanto porta vitalità e naturalezza. Le essenze più richieste sono quelle di arancia, lime, limone, pesca, bergamotto…
Floreale, un po ‘ più sofisticato del precedente e più ampio, poiché è realizzato con essenza di rose, calendule (adatte ai bambini), caprifoglio, giacinti, gelsomino, melograni o viole. Quest’ultimo, sebbene attualmente associato alle donne, era in passato un aroma eminentemente maschile.
Legno, progettato per gli uomini, con odori di foresta, muschio, felci e alberi.
Orientale, con prodotti provenienti da questa parte del mondo che portano mistero e una seduzione sofisticata. Sono più complicati da realizzare e vengono utilizzati prodotti come sandalo, ambra o vaniglia.
Ci sono altre famiglie olfattive provenienti dalla tradizione profumiera francese, ma di maggiore difficoltà nella loro realizzazione.

Una classificazione dei profumi naturali
Possiamo fare quello che vuoi: 1) per gli uomini, per le donne, per i bambini, per gli adolescenti, per tutta la famiglia; 2) semplice, complesso, suggestivo, paese… 3) per la notte, per il giorno, per le occasioni speciali…

Inutile dire che la complessità di un profumo è quella dell’animo umano che è anche naturale e culturale, come questi prodotti di bellezza. Le miscele, gli aromi, le evocazioni che ogni bottiglia produce dipenderanno da ogni persona in questione, dalla loro biografia, dai loro gusti, dal loro umore generale e da ogni momento specifico.

Lascia un commento